Ansbach

Sfarzo barocco e orgoglio della Media Franconia: Ansbach

Ansbach, in passato residenza del margravio di Brandeburgo-Ansbach, si trova lungo la splendida strada delle rocchee colpisce per le sue numerose attrazioni storiche, un patrimonio che forse i turisti non si aspettano di trovare in una cittadina di queste dimensioni. La vicinanza al parco naturale di Frankenhöhe è un altro motivo per cui vale la pena fermarsi ad Ansbach.

La cancelleria di corte, le chiese St. Johannis e St. Gumbertus, la residenza e l'imponente aranceto nel giardino Hofgarten sono straordinarie testimonianze della lunga storia della città. Ma Ansbach non vive solo all'ombra del suo eccezionale passato, basti pensare al miglio della scultura, la manifestazione dedicata all'arte moderna negli spazi pubblici. Ogni anno, da metà giugno e metà ottobre, le sculture invadono la città, facendo capolino tra gli edifici storici e sulle piazze, e danno vita a discussioni vivaci e sempre stimolanti.

Lo splendore del rococò: l'esempio di Ansbach

Un'altra occasione da non perdere è il festival del rococò, che ogni anno fa rivivere lo splendore della corte nel diciassettesimo e nel diciottesimo secolo: gli spettacoli di musica e danza nella splendida cornice dell'aranceto di corte accompagnano Ansbach e i suoi ospiti in uno straordinario viaggio nel tempo. Costruito tra il 1726 e il 1728 secondo i modelli francesi, l'aranceto rappresenta un'attrazione di eccezionale valore non solo nell'ambito del festival. Lo stesso vale anche per la residenza, le cui 27 stanze sono una straordinaria testimonianza dello sfarzo barocco dell'epoca. Le attrazioni più amate sono il salone delle feste a due piani, la stanza degli specchi e la sala delle piastrelle, decorata con circa 2.800 maioliche prodotte nella famosa manifattura di Ansbach. La sinagoga, anch'essa risalente alla metà del diciottesimo secolo, è un edificio piuttosto modesto se osservata dall'esterno, tuttavia è una delle sinagoghe barocche meglio conservate della Germania meridionale. Oggi ad Ansbach non esiste più una comunità ebraica, pertanto la sinagoga è diventata un luogo di memoria e ospita un museo che potrete visitare durante la visita guidata della città.

Kaspar Hauser: mendicante e nobile

Non solo i margravi e gli architetti barocchi hanno lasciato le proprie tracce ad Ansbach, lo ha fatto anche Kaspar Hauser, una delle figure più misteriose della storia cittadina. Nel 1828 fece la propria comparsa a Norimberga sotto le spoglie di un mendicante cencioso ma quando venne accoltellato ad Ansbach nel 1833, si rivelò essere un giovane nobile, acculturato e dai modi gentili. Ancora oggi non si conosce la sua vera identità, anche se a tal proposito esistono diverse teorie. Un monumento di grande valore artistico rende omaggio a questo straordinario sconosciuto, insieme ad una targa memorativa nel luogo del suo assassinio, una nuova area del museo del margravio e la sua lapide, che recita "Mistero del suo tempo, ignota la sua origine, misteriosa la sua morte". Dal 1998 ogni due anni Ansbach dedica un festival a questo eccezionale personaggio. Ma la città stessa è una vera e propria festa per i sensi, che ha in serbo per i propri visitatori straordinarie sorprese.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati