Erlangen

La nuova patria del margravio: Erlangen

Erlangen, che insieme a Norimberga e Fürth forma un conglomerato urbano nel cuore della Franconia, non ambisce di certo a considerarsi uno dei grandi centri della storia e dell'arte. Tuttavia, dal punto di vista urbanistico Erlangen ha qualcosa di speciale. L'antico insediamento degli Ugonotti ha infatti lasciato la propria impronta sulla struttura della città, rendendola davvero unica nel suo genere.

Asilo politico con risvolti positivi: Erlangen e gli Ugonotti
Dopo la Guerra dei Trent'anni la città era di fatto rimasta inabitata. La situazione mutò solo nel 1685, quando il re Ludwig XIV revocò l'editto di Nantes, che garantiva la libertà di culto agli Ugonotti. Questa decisione scatenò un'ondata di profughi e il margravio Christian Ernst seppe sfruttare l'occasione: garantì agli Ugonotti il diritto di residenza a Erlangen, affinché dessero nuova vita alla vita economica della città. I primi profughi raggiunsero Erlangen il 17 maggio 1686, seguiti da altri gruppi nei mesi seguenti. In poco tempo risultò evidente che la città era troppo piccola per accoglierli tutti e fu necessario costruire un nuovo insediamento. A tale scopo fu scelta la zona a sud del centro originale, trasformata poi dall'architetto Johann Moritz Richter in una città barocca ideale, con luce e spazio per 7.500 famiglie, laboratori, una chiesa e due grandi piazze. Tutte le vie vennero tracciate parallelamente alla Hauptstraße, la via principale del nuovo centro.

I lavori incominciarono il 14 luglio 1686 con la chiesa degli Ugonotti, ancora oggi una delle principali attrazioni della città. Nel 1700 venne deciso di costruire un castello per il margravio, circondato da un ampio parco. Nel 1706 un incendio distrusse il centro storico originale: fu l'occasione per espandere il progetto barocco ai vecchi quartieri della città, realizzando così uno dei primi capolavori dell'urbanistica.

Bellezza barocca. E sorprese eccezionali.
L'impronta barocca non si limita all'aspetto architettonico, un altro esempio della produzione artistica di questo periodo è il teatro del margravio, costruito nel 1718, ovvero il teatro barocco ancora in uso più antico della Germania meridionale. Oppure il museo d'arte, che espone la propria collezione nel palazzo barocco Stutterheim sulla piazza del mercato. Il secondo spazio espositivo dedicato all'arte si trova nel Loewenich'schen Palais, l'edificio confinante con il nuovo centro commerciale Erlangen Arcaden. Anche il museo civico, ospitato nel municipio sulla Martin-Luther-Platz, è un buon motivo per visitare Erlangen, soprattutto per le sue collezioni dedicate alla preistoria, alla protostoria e al mondo antico. Pensandoci bene, Erlangen ha proprio molto da offrire. E le sorprese non mancano. Per non parlare dei festival dedicati al cinema, degli eventi di danza, delle giornate del fumetto e del festival della poesia.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati