Ratingen

Foreste, prati, storia industriale: Ratingen

Ratingen è una delle quattro antiche capitali della regione Bergisches Land e il 75 percento della superficie urbana è coperta da foreste, i campi e i parchi: questa vivace città è un vero e proprio polmone verde tra Reno, Ruhr e Wupper. Un'eccezionale esperienza tra natura, cultura e storia industriale per cui vale proprio la pena fare una pausa.

Città piena di orgoglio.

Già nel 1276 Ratingen ricevette i diritti civici dalle mani del duca di Berg ed è quindi ancora più antica della sua vicina Düsseldorf. Va da sé che i cittadini di Ratingen sono molto fieri della propria città, il cui imponente sistema di mura, i maestosi edifici e la splendida piazza del mercato sono una testimonianza evidente del ruolo ricoperto dalla città fin dal nono secolo. Le attrazioni principali sono i castelli "Haus zum Haus" e Linnep, costruiti sull'acqua, il castello Landsberg e la chiesa dei SS. Pietro e Paolo, tutti edifici risalenti dal dodicesimo e tredicesimo secolo, la casa a graticcio "Zum Roten Hahn" e lo stabilimento tessile Cromford del 1783, una filanda di cotone meccanizzata, considerata la prima fabbrica costruita sul continente europeo e quindi un monumento di estrema importanza per la storia industriale.

Museo delle bambole e una collezione d'arte di fama mondiale

Gli abitanti di Ratingen sono molto soddisfatti anche dell'offerta culturale e per il tempo libero della propria città. Il teatro cittadino rappresenta la cornice perfetta per gli spettacoli di diverse compagnie famose, il festival "Zelt Zeit" è il punto di incontro ideale per gli artisti e la cultura locale, mentre in estate il teatro all'aperto sul lago Blauer See diventa un punto di incontro molto amato. Il museo delle bambole espone stupendi modelli prodotti in Germania e in Francia del 1850. La bambola Luise vi accompagnerà durante la vostra visita, spiegandovi in maniera interessante come vivevano le nostre nonne e bisnonne. Il motto adottato dalla collezione d'arte della città è "Alla ricerca della vita segreta" e gli artisti in esposizione sono di fama mondiale. Tra i più importanti ricordiamo Joseph Beuys, Arnulf Rainer, Antoni Täpies, Cy Twobly, Ugo Dossi, Julian Schnabel e Christian Ludwig Attersee.

Anche il museo Kunstweg (letteralmente: la via dell'arte) di Ratingen merita una visita. Esso infatti persegue l'ambizioso obiettivo di creare nuovi legami all'interno dell'area culturale compresa tra Düsseldorf, la provincia di Mettmann e i Paesi Bassi. La via dell'arte attraversa tutta l'area urbana di Ratingen, dal parco ricreativo Volkardeya a ovest alla valle Angertal ad est, con Neviges, famosa meta di pellegrinaggi, e la valle di Neandertal, un luogo di eccezionale importanza per la storia dell'umanità. Il percorso è lungo undici chilometri e attraversa paesaggi molto diversi tra loro, a cui dieci artisti fanno riferimento mediante le proprie sculture.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati