Paul Hindemith ©Fondation Hindemith (Mara Monetti 2011)

Tra le due guerre mondiali: Paul Hindemith

Negli anni Venti Paul Hindemith (1895-1963) rappresentava il progresso musicale in Germania. Sperimentò le possibilità offerte dalla radio, dalla musica elettronica e dal jazz, riscuotendo grandi successi alle giornate della musica di Donaueschingen.

Hindemith non perse mai di vista l'uomo. Rifiutava il divario tra compositore, interpreti e ascoltatori e si è sempre impegnato a favore di una "musica d'uso" e "da suonare". Egli stesso era un eccelso violinista.

A soli 20 anni Hindemith era già primo violino del teatro lirico di Francoforte. La torre Kuhhirtenturm di Francoforte, dove Hindemith visse dal 1923 al 1927 e dove scrisse la sua opera "Cardillac", nel 2011 è stata trasformata in un museo dedicato al compositore. A Francoforte ha sede anche l'istituto Hindemith. Nel 1927 il compositore fu nominato professore a Berlino. La sua abitazione sulla Brixplatz oggi reca una tavola commemorativa.

I nazionalsocialisti dichiararono la musica di Hindemith "arte degenerata", vietandone la trasmissione e l'esecuzione. Nel 1938 il compositore emigrò con sua moglie attraverso la Svizzera negli USA, dove nacquero le sue opere sinfoniche più tarde. Fino al 1953 insegnò alla Yale University di New Haven.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati