Heinrich Schütz ©Museum für Musikinstrumente Leipzig

Il più grande compositore tedesco del XVII° secolo: Heinrich Schütz

Nato meno di 40 anni dopo la morte di Lutero, Heinrich Schütz (1585-1672) conferì grandezza artistica alla musica liturgica protestante di lingua tedesca. Di lui ci sono giunte quasi 500 opere – pressoché tutte trasposizioni in musica di passaggi della Bibbia secondo la versione di Lutero.

Il suo paese natale è Köstritz, dove la sua casa natale, un ex ristorante, commemora l'illustre cittadino con esposizioni ed eventi.

All'età di 13 anni il corista Schütz fu scoperto dal langravio di Hessen-Kassel, il quale gli pagò gli studi, non ultimo presso Gabrieli a Venezia. Il langravio vide malvolentieri il successivo trasferimento del suo pupillo a Dresda.

A Dresda Schütz fu maestro di cappella alla corte del principe elettore sassone per 55 anni. I tempi erano tutt'altro che facili perché in Germania era in corso la Guerra dei Trent'anni (1618-1648). L'operato del compositore a Dresda è ricordato da un nastro commemorativo nella Frauenkirche, da una stele nei pressi della prigione e dalla casa di Heinrich Schütz nella Frauengasse.

Nel 1651 Schütz acquistò una casa a Weißenfels, dove aveva passato la gioventù, per trascorrervi la vecchiaia. In quel luogo compose anche il suo "canto del cigno", la trasposizione del salmo 119 in undici mottetti per due cori. La casa di Heinrich Schütz a Weißenfels è conservata quasi del tutto nelle sue condizioni originali.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati