Ristorante Zirbelstube a Stoccarda: Bernhard Diers e il rigoroso equilibrio della sua cucina classica
Zirbelstube at Hotel am Schlossgarten ©Hotel am Schlossgarten

Ristorante Zirbelstube a Stoccarda: Bernhard Diers e il rigoroso equilibrio della sua cucina classica

Un indirizzo da non perdere a Stoccarda: nel ristorante Zirbelstube di Bernhard Diers all'interno dell'hotel am Schlossgarten si celebra una cucina classica dai tratti puri che si focalizza chiaramente sulla qualità degli ingredienti.

Nei lunghi anni trascorsi alla guida del ristorante Zirbelstube Bernhard Diers ha continuato a migliorare la propria cucina classica di matrice francese, dando vita a favolosi piatti che esprimono associazioni pensate in maniera intelligente e sorprendendo con gusti innovativi. Diers si occupa con precisione maniacale degli ingredienti utilizzati nella sua cucina, pertanto è sempre alla ricerca di prodotti della massima qualità che vengono messi in scena sapientemente ed esaltati con un turbinio di aromi. La sua cucina segue rigorosamente i principi della tradizione francese, tuttavia Diers punta sugli ingredienti assolutamente indispensabili e su una presentazione spaziosa sul piatto, dando vita ad associazioni aromatiche trasparenti e leggere.

Una delle testimonianze più autentiche della cucina di Diers è il piccione di Bresse con tapioca di barbabietola, baguette al sanguinaccio e succo di arancia. Ricoprendo il petto con diversi strati di una leggera crosta di noci, Diers dona al piccione la sostanza necessaria per inserirlo al centro della degustazione. La baguette con pezzi di sanguinaccio conferisce al piatto un carattere rustico e autentico, impedendo alla barbabietola e all'arancia di prendere il sopravvento sul piatto e creando un gioco agrodolce equilibrato. Il rombo bretone chiodato con burro ai carciofi, risotto al porro e noci macadamia e schiuma di speck affumicato all'inizio convince grazie alla corposità dei suoi ingredienti, mentre successivamente lascia spazio a un dialogo brillante tra le note del porro e delle noci, che viene esaltato dal burro ai carciofi.

Il servizio cordiale di Susanne Diers e la competenza del sommelier Schön trasformano ogni visita in questo ristorante gourmet in un'esperienza eccezionale.

© Prof. Dr. Ingo Scheuermann

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati

Che cosa dicono altri turisti da tutto il mondo

Mercedes-Benz Museum

Perfect afternoon: A trip to the Mercedes Benz Museum

Hop on the S1 from Stuttgart Hauptbahnhof and 2 stops later thou arrive at the superb museum of automotive giants: Mercedes Benz. Even if you are not a automobile junkie, the Mercedes Museum is a fascinating drive through 125 years of automotive history intertwined with all the key historical events that have marked the evolution of the world’s great car. The museum has curated a great gallery of pictures of key events that have shaped the history of the world that mark the evolution of the car that includes poignant memories like people having a picnic by the autobahn in the 60’s or the empty autobahns of the winter of 1973 when due to oil shortages , a car free Sunday ( 5 of them) was imposed- the images haunt you for hours after you have left the museum. Then there are the stars of the show to say hello to- from Gottlieb Daimler’s motorized carriage, the world’s first 4 wheeled auto mobile to the ‘Gullwing’, the dream car of the 1950’s- the 300 SL Coupe to the machine that set the standard for racing cars: the Mercedes Benz W196 2.5 litre that then world champion, Juan Manuel Fangio powered to victory in the 1954 Formula One race in Reims Combined with the stunning architecture, the Mercedes Benz Museum is a great afternoon for people of all ages and definitely a must-see when visiting Germany.

Continua a leggere »

europebudgetguide@gmail.com