Vista sull'ansa del fiume Saar
Vista sull'ansa del fiume Saar ©Tourismus Zentrale Saarland GmbH (Eike Dubois)

Saar-Hunsrück-Steig: un itinerario emozionante

In Europa non esiste un altro percorso in grado di offrire così tanti sentieri immersi nella natura. Il Saar-Hunsrück-Steig è la destinazione numero uno per il single trail sul continente europeo. Le vie sono così strette che spesso si può procedere solo in fila indiana, come nella giungla. 410 chilometri di piacere allo stato puro!

Partiamo dall'Alta Mosella, nel punto di incontro tra Germania, Francia e Lussemburgo. Camminiamo lungo prati e frutteti fino a raggiungere la spettacolare svolta della Saar. L'acqua è il tema predominante del Saar-Hunsrück-Steig: i laghi artificiali, i fiumi come la Mosella, la Saar e il Reno, ma anche i tantissimi ruscelli incantevoli, creano una cornice davvero speciale per un'escursione. Possiamo rinfrescare i piedi nelle vasche Kneipp e lanciarci nell'arrampicata alpina sulle straordinarie formazioni rocciose, ma anche ammirare fortezze e antichi insediamenti celtici mentre attraversiamo Idar-Oberstein, località famosa per le pietre preziose. Con un po' di fortuna lungo il cammino possiamo trovare una pietra preziosa e diventare all'improvviso milionari.

Attraversiamo l'Hunsrück, un paesaggio selvaggio costellato di foreste, campi e prati. Possiamo visitare Herrstein, la città famosa per le pittoresche case a graticcio e la romantica valle del Baybach con i suoi mulini incantati. Per superare le rocce dislocate lungo il percorso bisogna quasi arrampicarsi come in alta quota. Del resto, si sale e si scende come nella vita. La parte conclusiva del Saar-Hunsrück-Steig è semplicemente eccezionale: gli splendidi panorami e i vigneti sul Reno ci accompagnano fino alla città di Boppard. Quasi quasi ci viene voglia di fare marcia indietro e ripercorrere tutto il sentiero al contrario fino all'Alta Mosella.

CONSIGLIO: il ponte sospeso di Geierlay

Manuel Andrack, redattore, conduttore, autore e blogger di escursionismo, consiglia:
"Lo ammetto: soffro di vertigini e non ho ancora avuto il coraggio di attraversare il ponte sospeso di Geierlay. Con i suoi 360 metri è il secondo ponte sospeso (e traballante!) più lungo d'Europa. Solo per i più coraggiosi!"

In breve: Saar-Hunsrück-Steig

Partenza: Perl

Arrivo: Treviri o Idar-Oberstein

Lunghezza: 410 km

Numero di tappe: 27

Altitudine: punto più basso 78 m, punto più alto 817 m

Condizioni del sentiero: 70% naturale, 5% asfaltato, 25% altro, ad esempio in mezzo ai campi

Percorso escursionistico certificato

Accessibilità senza barriere

Due utili combinazioni di tasti per zoomare nel browser:

Ingrandire: +

Ridurre: +

Per ulteriore assistenza fare clic sull'icona del fornitore del browser: