Vita ed opere: Martin Lutero tra ribellione e modernità

Un vita intensa, piena di lotte e soddisfazioni, conflitti e trionfi, senza soste: Lutero era un ribelle ed un riformatore, pensatore ed attivista, precursore della modernità e tuttavia incatenato nella società del Medioevo.

Nacque il 10 novembre 1483 nella cittadina di Eisleben, trascorse la sua giovinezza nella vicina Mansfeld. Grazie alla situazione finanziaria della famiglia ottenne una buona educazione e nel 1501 si iscrisse all'università di Erfurt. Un tremendo temporale, così dice la leggenda, rappresentò una svolta cruciale nella sua vita: terrorizzato, giurò di farsi monaco se fosse sopravvissuto a quel pericolo. Solo due settimane dopo, il 17 luglio 1505, entrò nel monastero degli eremiti agostiniani di Erfurt, studiò teologia e fu consacrato sacerdote già nel 1507. Si trattava di un periodo di fioritura dei commerci e pagare per ottenere la salvezza della propria anima era una pratica molto diffusa. Già nei primi anni di insegnamento Lutero criticò questa prassi. Il 31 ottobre 1517 pubblicò a Wittenberg le famose 95 tesi. Con sua grande sorpresa, le tesi si diffusero rapidamente e raggiunsero in poco tempo persino Roma. Nel 1518 la chiesa cattolica avviò un'indagine nei confronti di Lutero con il sospetto di eresia. Ma invece di inviare Lutero a Roma per l'udienza, il principe sassone Federico il Saggio lo sottopose ad un interrogatorio ad Augusta, che sfociò in una fuga notturna: Lutero si era rifiutato di ritirare le proprie tesi. Il papa perse la pazienza, minacciò Lutero ed infine lo fece scomunicare. Durante la dieta di Worms, dove il popolo lo accolse esultante, Lutero ebbe nuovamente la possibilità di ritrattare le proprie affermazioni ma non lo fece e si rifugiò nella fortezza di Wartburg vicino ad Eisenach. Il 13 luglio 1525 Martin Lutero sposò l'ex monaca Katharina von Bora. Lutero viveva insieme a sua moglie e ai sei figli nell'ex convento agostiniano, dove risiedevano anche parenti, dipendenti, studenti e bambini bisognosi di cure. Nel 1546 Lutero venne chiamato nella sua città natale Eisleben per risolvere una questione ereditaria e lì morì il 18 febbraio: tre giorni dopo fu sepolto a Wittenberg nella chiesa in cui quasi trent'anni prima aveva presentato le proprie tesi.

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati