• 0
Historic Highlights of Germany dalla A alla Z
Aquisgrana: città europea nel segno del duomo

Aquisgrana: città europea nel segno del duomo

Aquisgrana è una città che vive, pensa e sente lo spirito europeo. È, per così dire, un'Europa in miniatura: situata nel punto di incontro di tre nazioni, dal regno di Carlo Magno si impegna a promuovere le radici, i valori e gli ideali spirituali del continente e oggi è famosa come la città del Premio Carlo Magno, che dal 1950 viene assegnato nel municipio come riconoscimento ai meriti per l'unità europea.

Il duomo di Aquisgrana è monumento e simbolo dell'antica importanza della città a livello europeo. Completato come cappella imperiale già intorno all'800, l'anno in cui venne incoronato Carlo Magno, l'edificio fu il primo duomo dell'Europa settentrionale e per diversi secoli vi vennero incoronati quasi tutti i re tedeschi. Affermare che l'edificio venne "completato" non è proprio corretto, infatti il duomo fu ampliato a più riprese. Ad esempio nel 1414 venne aggiunto un coro monumentale: un capolavoro gotico le cui finestre alte 27 metri erano le più alte dell'epoca. La camera del tesoro del duomo di Aquisgrana custodisce il tesoro religioso più importante a nord delle Alpi, con la Croce di Lotario, il busto di Carlo Magno, parzialmente ricoperto d'oro e il reliquiario che si presume contenga le spoglie di Carlo Magno, sepolto nell'814. Il duomo e il suo tesoro rappresentano anche due delle tappe di maggior prestigio del percorso storico che attraversa la città, la Route Charlemagne. La passeggiata consente di ammirare una serie di splendidi edifici quali l'ex ristorante e abitazione privata Haus Löwenstein o il Büchelpalais, in cui fino al 1752 venivano conservate le riserve di grano; ogni tappa del percorso è dedicata a un tema specifico: storia, scienza, Europa, religione, potere, economia e media. Quasi quasi manca una tappa dedicata all'equitazione, sport nobile che gli abitanti di Aquisgrana seguono con grande entusiasmo. L'Aachener Concours Hippique International Officiel (CHIO) è uno dei tornei annuali di equitazione più importanti al mondo. Inoltre, la città è famosa per ospitare grandi eventi del settore, con un'area che promette il sostegno e il calore di 50.000 spettatori.

Altrettanto interessante è l'atmosfera che si respira in città, un luogo ideale per una passeggiata rilassante nel centro storico. Aquisgrana attende i propri visitatori con una serie di contrasti davvero interessanti: gli imponenti edifici storici della Route Charlemagne si mescolano all'animazione di 45.000 studenti provenienti da tutto il mondo. Grazie alla presenza del polo universitario in città domina un'atmosfera rilassata e allegra, voglia di vivere allo stato puro. Non è altro che una conferma dello spirito cosmopolita degli abitanti di Aquisgrana e un motivo in più per fare una passeggiata in centro e lasciarsi andare ad un viaggio nella storia della città. Oltre al duomo, un'altra attrazione da non perdere è il municipio, costruito sulle fondamenta del palazzo imperiale nel XIV secolo e alcuni secoli più tardi trasformato in un castello cittadino in stile barocco - un vero e proprio simbolo della massima fioritura del tradizionale spirito borghese. Accanto al castello si trova da secoli il ristorante "Postwagen", un luogo molto accogliente e dall'ambiente raffinato. La "Großes Haus", l'edificio residenziale probabilmente più antico di Aquisgrana sulla Pontstraße, ospita il museo internazionale del quotidiano, che nel corso del tempo ha sviluppato anche un'area dedicata ai media: oltre 200.000 quotidiani e giornali provenienti da tutto il mondo e in (quasi) tutte le lingue sono una testimonianza della fugacità del tempo e di come anche le notizie più sensazionali diventino presto storia. Molto attuali sono invece le opere esposte nel Ludwig Forum für Internationale Kunst, un museo dedicato all'arte internazionale dalla pop art all'arte contemporanea, passando per il fotorealismo. Ma di certo ciò che rimane sempre attuale ad Aquisgrana è lo spirito europeo. Ve ne renderete conto; un viaggio ad Aquisgrana equivale ad un tuffo in Europa.

Attrazioni principali delle città

È la cattedrale più antica dell'Europa settentrionale, custodisce le spoglie di Carlo Magno e nel 1978 è stato il primo sito tedesco a venire dichiarato patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Al suo interno sono conservati eccezionali tesori artistici, tra cui la croce di Lothar, il busto in argento, e in parte dorato, di Carlo Magno e molte altri capolavori realizzati fino a 1.200 anni fa. L'aspetto odierno del duomo, con la cupola ottagonale carolingia, il coro gotico e l'edificio del Westwerk, è il risultato delle diverse modifiche apportate da re e imperatori: si tratta di un grandioso capolavoro realizzato nel corso di versi secoli. Continua a leggere

Punto di incontro degli studenti e una vera miniera di locali e ristoranti, questo quartiere cela interessanti testimonianze della storia di Aquisgrana introvabili nei percorsi turistici classici. Partendo dal centro e percorrendo la strada Pontstraße, si costeggia l'edificio principale del rinomato politecnico per giungere nel quartiere della vita notturna, in cui quasi oggi giorno viene organizzata una nuova festa. Grazie alla sua atmosfera rilassata e all'ampia scelta di locali, il quartiere Pontviertel è il luogo ideale per festeggiare tra amici, per bere una birra o semplicemente per trascorrere una bella serata.

Aquisgrana è la città dell'acqua. Dalle oltre 30 fonti cittadine sgorga da moltissimi secoli un'acqua dal potere terapeutico, riscaldata fino a 74 °C dai vulcani della vicina regione dell'Eifel. Sanus per aquam, sani attraverso l'acqua: la tradizione termale, lunga quasi 2.000 anni, rivive oggi grazie alle Carolus Thermen, uno stabilimento con standard elevatissimi. L'area termale vi invita a trascorrere qualche ora di relax, mentre nella zona delle saune potrete provare i benefici di diverse tipologie di sauna. I solarium, i massaggi shiatsu e di molti altri tipi rappresentano un toccasana per il corpo e lo spirito.

Un fossile di 30.000 anni, ritrovato in questa zona, sembra dimostrare la passione antica degli abitanti di Aquisgrana per l'equitazione. In altre parole: il primo abitante deve essere stato proprio un cavallo. 40 chilometri di percorsi per l'equitazione in città, 22 maneggi coperti, 134 associazioni di equitazione e un ippodromo in grado di ospitare 50.000 spettatori: solo Aquisgrana offre tutto questo. La CHIO Aachen è la festa a cadenza annuale dedicata all'equitazione più grande del mondo, che si rivolge anche a coloro che in genere preferiscono muoversi a piedi o in bicicletta.

Visualizza altri