• 0
Würzburg: cultura mondiale e vino della Franconia

Würzburg: cultura mondiale e vino della Franconia

Würzburg, dove storia, cultura ed enogastronomia si incontrano Città universitaria e residenza dei principi vescovi della Franconia, Würzburg si adagia in maniera pittoresca su entrambe le sponde del Meno e vanta non solo un'atmosfera vivace e un fascino irresistibile: la città è famosa anche come centro della regione vinicola della Franconia e non da ultimo per le sue straordinarie attrazioni.

Antica sede vescovile e giovane città universitaria: Würzburg è una città barocca dal fascino meridionale e l'accoglienza tipica della Franconia. Il volto della città è caratterizzato dalle meraviglie architettoniche realizzate in diverse epoche; l'arte, la cultura e il vino della Franconia sono parte integrante della vita cittadina e contribuiscono a creare un'atmosfera da gustare con tutti i sensi. Würzburg vi invita a prendere parte a uno straordinario viaggio che ripercorre le epoche e gli stili che l'hanno resa famosa. Le torri slanciate del duomo St. Kilian mostrano già da lontano la via per arrivare in città. Costruito dal vescovo Bruno nel 1040, il duomo è lungo 105 metri: è la quarta chiesa romanica per grandezza in Germania. Anche la Residenza, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, con il giardino di corte e la piazza antistante, e la fortezza Marienberg sono conosciuti come i simboli di Würzburg, come del resto l'antico ponte sul Meno, lungo 180 metri e decorato con imponenti figure di santi. Un altro tratto caratteristico della città è la sua splendida posizione su entrambe le sponde del Meno, nel cuore di un'idilliaca regione vinicola: di fatto già un motivo sufficiente per visitare Würzburg. Un altro è il vino prodotto in questa zona. Il Bocksbeutel, con la sua tipica bottiglia piatta e arrotondata ai lati, è l'emblema dell'intera regione. Non si sa bene se la forma della bottiglia sia stata ispirata da quella di una borraccia, essa ha comunque un gran vantaggio: non rotola via. In tutta la città troverete locali tipici ed enoteche tradizionali che vi offriranno le specialità della cucina della Franconia, ma anche ristoranti di livello internazionale. Ad accompagnare i pasti, ovviamente, sarà un Bocksbeutel, il vino tipico della regione: non potrebbe essere altrimenti a Würzburg.

Il Bürgerspital è un'istituzione caritativa per persone bisognose di cure fondata nel cuore della città nel XIV secolo. Un'altra buona tradizione a cui il centro rende onore è la cura del proprio vigneto, considerato il luogo di nascita del Bocksbeutel. Il ristorante Bürgerspital Weinstuben, anch'esso situato nel centro di Würzburg, è per così dire il centro mondiale della cultura che celebra il vino locale. Ma la cultura è molto presente anche altrove, ad esempio negli straordinari musei della città. Uno di essi si trova nella fortezza Marienberg: si tratta della più grande collezione di opere del famoso intagliatore del legno e scultore Tilman Riemenschneider. Questo eccellente artista è presente anche nel museo del duomo, dove si possono ammirare circa 300 dipinti e sculture risalenti all'ultimo millennio. Alla base di questo spazio espositivo vi è un'idea affascinante: i temi cristiani, rappresentati da artisti moderni e contemporanei, ad esempio Ernst Barlach, Joseph Beuys, Otto Dix, Käthe Kollwitz, Wolfgang Mattheuer, Werner Tübke e Andy Warhol, vengono confrontati direttamente con l'interpretazione degli antichi maestri: Riemenschneider, Georg Anton Urlaub, Johann Peter Wagner, Johann Zick e altri. Le opere di artisti più moderni sono esposte nel museo Kulturspeicher, un centro realizzato nei locali dell'ex porto che si dedica all'arte dal XIX secolo ad oggi, sfruttando una superficie espositiva di 3.500 metri quadrati. Arte del mondo, per il mondo: anche il pluripremiato museo Kulturspeicher espone opere dell'arte concreta in un ambiente straordinario: è la collezione Ruppert. La raccolta di arte antica del museo Martin von Wagner aspetta solo di essere scoperta. Il fatto che un'altra scoperta, ovvero i raggi X, abbia anch'essa avuto luogo a Würzburg, in un primo momento potrebbe quasi stonare con l'immagine artistica della città. Ma pensandoci bene non è affatto così: del resto l'invenzione di Wilhelm Conrad Röntgen ha contribuito ad analizzare e conservare numerose opere d'arte. Non lasciatevi scappare il suo laboratorio, con gli arredi originali. E anche la città di Würzburg non vede l'ora di essere scoperta nei suoi minimi dettagli.

Attrazioni principali delle città

La residenza dei vescovi principi di Würzburg, completata nel 1780, è uno dei castelli barocchi più importanti d'Europa. Tre generazioni di artisti e artigiani provenienti da tutta Europa contribuirono alla creazione degli stupendi arredi, considerati eccezionali già all'epoca. Gli affreschi realizzati tra il 1751 e il 1753 dall'artista veneziano Giovanni Battista Tiepolo nella sala imperiale e nello scalone sono considerati un vero e proprio capolavoro. Oltre alla residenza stessa è possibile visitare la chiesa di corte e 40 stanze sfarzose, con mobili, arazzi, dipinti e altri tesori artistici del diciottesimo secolo. Continua a leggere

La fortezza Marienberg, che svetta sul Meno in maniera severa e allo stesso tempo elegante, è l'esempio ideale di una roccaforte medioevale trasformata dapprima in un castello rinascimentale e poi in una fortezza barocca. Si tratta di una delle residenze del potere più antiche di tutta la Germania: già nel 1000 avanti Cristo in questo luogo era presente una fortezza celtica, nel 706 venne consacrata una chiesa mariana e intorno al 1200 fu fondata la fortezza. Nel cortile più interno è possibile visitare il museo dedicato alla fortezza che, oltre a preziosi mobili, arazzi e dipinti, include la sala dei principi e la camera con i tesori e i paramenti dei vescovi principi.

In uno splendido palazzo nel cuore di Würzburg, ritenuto anche il luogo di nascita del vino "Bocksbeutel", si trova un vigneto che nonostante i suoi 700 anni presenta un carattere moderno e si distingue per il proprio impegno nel garantire un prodotto di qualità e il rispetto delle tradizioni. Un tratto tipico della costruzione sono le stanze a volta di diverse dimensioni, ad esempio la camera delle stelle, la vecchia taverna e la cantina del diavolo. Visitare la cantina dei vini è come fare un viaggio nel tempo: si tratta di una delle cantine più grandi della Germania, con 220 botti originali costruite in legno di quercia tedesco. 750.000 litri di vino è la capacità di questa cantina dai numerosi tunnel a volta, con bottiglie risalenti all'annata 1893 fino al vivace novello.

L'ex edificio del porto, situato nella zona più esterna del centro, ospita un museo e i teatri "Bockshorn" e "tanzSpeicher".

Il primo si dedica soprattutto agli spettacoli di cabaret, chanson e musica, con artisti già noti al grande pubblico. Il teatro tanzSpeicher organizza spettacoli di danza in cui si esibiscono sia la compagnia stabile, sia artisti esterni. In una superficie espositiva di circa 3.500 metri quadrati il museo espone opere di artisti dal diciannovesimo secolo fino a oggi e la collezione di arte concreta di P. C. Ruppert.

Visualizza altri