Bremerhaven

Brema: mondi marini e folletti

La città e la navigazione: a Bremerhaven un connubio inscindibile. Solo la pianificazione delle grandi rotte atlantiche nei primi anni del diciannovesimo secolo portarono alla fondazione della città nel 1827. Bremerhaven, sede di importanti cantieri navali, porto di partenza per viaggi oltreoceano e sede di importanti musei, istituti di ricerca ed enti culturali, custodisce buona parte dell'eredità navale tedesca.

Partire da Bremerhaven alla volta del nuovo mondo
La città anseatica di Brema, situata a 60 chilometri più a monte, cercava un porto diretto sul mare e pertanto acquistò dal regno di Hannover un pezzo di terra, in cui venne creato un porto artificiale, il porto vecchio. Da allora il porto venne costantemente ampliato e la nuova cittadina crebbe, trasformandosi in un importante centro per la pesca e i viaggi oltreoceano. L'attività più importante era il servizio di linea per New York, gestito dalla rinomata azienda Norddeutsche Lloyd di Brema, le cui enormi nave passeggeri salpavano da Bremerhaven. Milioni di emigranti che cercavano una vita migliore negli Stati Uniti o in Sudamerica si imbarcarono proprio a Bremerhaven. Forse l'ultimo sguardo era rivolto al faro Brinkamahof, che allora si trovava ancora fuori città. Nel 1980 il faro è stato spostato di sei chilometri e si trova oggi nel porto ittico. Esso è il nuovo simbolo della città e anche il locale più piccolo di Bremerhaven.

Il museo di storia della città racconta vicende interessanti sui fari e i diversi aspetti della vita di una città di mare. La struttura si trova in una delle zone più belle della città, quasi nel cuore del centro storico ma allo stesso tempo in un angolo tranquillo. Colpisce per la sua architettura audace e visionaria e per l'esposizione della sua collezione segue una concezione assai moderna. Il passato, il presente e il futuro dell'intera regione vengono presentati in maniera sempre varia e concreta. Il museo fu inaugurato nel 1906, ha festeggiato nel 2006 il suo centenario come museo civico e oggi come allora vale sempre la pena di visitarlo.

Lo spirito buono in viaggio sulle navi antiche

Anche i folletti sono di casa a Bremerhaven: vicino al museo tedesco della navigazione si trova una fontana in cui è rappresentata una figura dalle dimensioni di un nano, è il folletto chiamato Klabautermann. Secondo le credenze popolari si tratta di uno spirito, alto nemmeno due piedi, che vive sulle navi di legno; è lo spirito di una persona morta che dimora in un albero. Se questo albero viene scelto per diventare l'albero maestro di una nave, dallo spirito nasce un folletto che diventa il protettore, anche se a volte un po' burbero, della nave e dell'equipaggio. Una bella saga, una storia che poteva nascere solo in una città con un legame profondo con il mare come Bremerhaven.

Le attrazioni principali
Highlights

Scoprite la destinazione vacanze Germania sulla cartina

Aggiungete i vostri preferiti. Salvate, ordinate, condividete e salvate la vostra selezione e programmate tutto il vostro viaggio in Germania.

0 preferiti selezionati