• 0
Regioni vinicole dalla A alla Z
The Nahe wine region, Rotenfels

La regione vinicola del Nahe: un autentico gioiello.

Pendii verdeggianti, romantiche valli fluviali e suggestive formazioni rocciose sono gli elementi caratteristici della regione vinicola del Nahe, nella Germania sud-occidentale. Il clima mite favorisce la maturazione precoce dell'uva, che sviluppa una piacevole asprezza. Borghi vinicoli, rocche e bellezze naturali come il monte Rotenfels o la valle del Trollbach è quanto vi attende lungo i 130 km della Naheweinstrasse. La regione presenta un vero gioiello: un Riesling straordinario in bottiglie di design, ornate con pietre dure provenienti da Idar-Oberstein.

Caratteristiche regionali

Estensione dei vigneti e tipi di vitigni

Suoli

Clima

Viticoltori e consorzi

Mentalità

Attrazioni della regione vinicola

Il sentiero Soonwaldsteig (sentiero della regione boschiva del Soonwald, che significa "bosco sano") si estende nella parte occidentale della Renania-Palatinato, da Kirn sulle rive del Nahe fino a Bingen am Rhein. Qui gli escursionisti riscoprono un paesaggio intatto e il silenzio della natura.

Consiglio

Altburg, insediamento celtico
Altburg è un insediamento celtico d'alta montagna risalente all'epoca tra il 300 a.C. e il 50 a.C circa. È la parte orientale di una serie di fortificazioni. Dopo le ricerche nella zona furono ricostruite alcune abitazioni. Il villaggio è abitato come un museo vivente.

In breve:

  • Partenza: Piazza del mercato della città di Kirn
  • Arrivo: Bingen am Rhein
  • Lunghezza: 83 Km
  • Numero tappe: 6
  • Altitudine (valore approssimativo): Kirn - Bingen: salita 2.950 m, discesa 3.050 m
  • Condizioni del sentiero:90 % naturale, 5 % asfaltato, 5 % altro, ad esempio ghiaia

La viticoltura dal medioevo a oggi - non esiste un'altra presentazione altrettanto esaustiva come quella del museo a cielo aperto di Bad Sobernheim an der Nahe. Il museo fondato nel 1973 nell'idilliaca valle Nachtigallental su una superficie di 35 ettari attrae circa 60.000 visitatori l'anno ed è il più grande del suo genere nella Rheinland-Pfalz. Visitando gli edifici dove i viticoltori vivevano e lavoravano e un vigneto di proprietà del museo è facile calarsi nella quotidianità di tempi lontani.

Dove oggi maturano straordinarie uve Rielsling, in passato si estraevano minerali di rame: l'attuale vigna Schlossböckelheimer Kupfergrube si estende sull'area dove, fino al 1901, c'era proprio una miniera di rame. In quell'anno lo stato prussiano fondò il bene demaniale vitivinicolo Niederhausen e acquistò il terreno del podere Hermannsberg an der Nahe. Dopo soltanto due anni fu possibile piantare le prime viti di Riesling.

Resa famosa da Hildegard von Bingen , la collina Disibodenberg a Odernheim sul Nahe ha anche una tradizione vitivinicola antichissima: vanta le viti più antiche della Germania. Sul versante sud della collina si rilevano tracce di viti romane e, dall'XI secolo, il vigneto del monastero è stato coltivato ininterrottamente

Visualizza altri