• 0

Potsdam: regno verde tra laghi e castelli

Potsdam, la capitale del Land Brandeburgo, è famosa soprattutto perché custodisce l'eccezionale eredità storica della residenza prussiana con i suoi numerosi e spettacolari castelli e giardini. Splendore e gloria prussiani, patria di grandi architetti e scienziati e centro di importanza cruciale durante la Guerra Fredda: Potsdam offre cultura e storia in una cornice mozzafiato.

300 anni fa Potsdam si trasformò da base di guarnigione nella sede di una delle residenze più sfarzose d'Europa. I re prussiani, soprattutto Federico Guglielmo I e suo figlio Federico II, detto il Grande, realizzarono il proprio sogno barocco a Potsdam e dintorni, mentre i loro successori arricchirono la città di eccezionali monumenti del classicismo. Già nel 1990 la straordinaria area di Potsdam venne dichiarata patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, su richiesta di entrambi gli stati tedeschi. Di esso fanno parte i parchi di Sanssouci, Neuer Garten, Babelsberg, Glienicke e l'isola Pfaueninsel con i suoi castelli. Ad essi si aggiunsero nel 1992 il castello e il parco Sacrow e la chiesa Heilandskirche e nel 1999 la lista venne ulteriormente ampliata: 14 nuovi monumenti, tra cui il castello e il parco Lindstedt, il belvedere sulla collina Pfingstberg, la stazione ferroviaria imperiale e l'osservatorio astronomico nel parco Babelsberger Park. In totale il sito comprende circa 500 ettari di parchi e 150 edifici costruiti dal 1730 al 1916. Il punto ideale per cominciare una passeggiata nel centro storico di Potsdam è l'Alter Markt. La chiesa di St. Nikolai, il parco Lustgarten, il vecchio municipio e l'ex castello, ricostruito di recente e destinato a ospitare il parlamento del Land, formano un complesso di sublime bellezza. Al centro della piazza del mercato svetta un obelisco alto 16 metri con immagini dei celeberrimi architetti della città: Knobelsdorff, Schinkel, Gontard e Persius. Dietro all'Alter Markt e quasi nascosta dietro a una fila di case, si trova la Neuer Markt, realizzata tra il XVII e il XVIII secolo, che rappresenta una delle piazze barocche meglio conservate d'Europa e senza dubbio la più bella della città.

Nell'antica rimessa delle carrozze sull'Alter Markt si trova la casa della storia del Brandeburgo e della Prussia, un museo che vale davvero la pena visitare. La vicina piazza Luisenplatz si unisce alla strada barocca Brandenburger Straße formando il viale che conduce all'ingresso del parco Sanssouci. Sono tre le porte della città che rappresentano il volto della Potsdam storica, e sono una più bella dell'altra: la Brandenburger Tor, un monumentale arco di trionfo che ricorda la guerra dei sette anni, la Jägertor, che deve il suo nome al casino di caccia imperiale a nord della città e la Nauener Tor, uno dei punti di incontro più amati del centro storico e uno splendido esempio dello stile neogotico inglese. Attraversando la porta Nauener Tor si raggiunge il quartiere olandese, in cui il fascino e lo stile di vita di Potsdam emergono in tutta la loro autenticità: cortili interni molto curati, caffè, locali stravaganti e gallerie d' arte avanguardistica sono il luogo ideale per una passeggiata o una pausa. Una visita a Potsdam non può dirsi completa senza un'escursione a bordo di uno degli antichi battelli a vapore della società di navigazione Weiße Flotte, con cui è possibile visitare la città dall'acqua. Alcuni percorsi prevedono anche il passaggio sotto il ponte Glienicker Brücke, che collega Potsdam con Berlino e che fino agli anni Ottanta fece più volte da sfondo allo scambio di agenti e spie tra Est e Ovest. Poco distante dal ponte, in direzione sud-occidentale, si eleva lo spettacolare edificio Hans Otto Theater, con le sue massicce piastre in cemento rosso che si slanciano nell'aria. E a Babelsberg siete sicuri di essere al posto giusto: nella metropoli cinematografica più grande e antica d'Europa sono nate oltre 3.000 produzioni televisive e cinematografiche e tra marzo e ottobre i visitatori del parco possono dare un'occhiata dietro le quinte dell'affascinante mondo del cinema tedesco, una vera "fabbrica dei sogni". ...anche se andrebbe detto: Potsdam è un sogno, persino nella realtà.

Attrazioni principali delle città

Il ponte Glienicker Brücke deve il suo nome alla vicina tenuta Klein Glienicke, oggi occupata dal castello Glienicke. Il ponte sul fiume Havel collega Berlino e Potsdam. Dal 1952 rappresentò il "ponte dell'unità" ed era possibile attraversarlo solo con un lasciapassare. Fino al 18 novembre 1989 fungeva da confine tra la zona orientale e occidentale della città. Il ponte divenne famoso in tutto il mondo per lo spettacolare scambio di agenti avvenuto l'11 febbraio 1986. Dopo la riunificazione venne affissa una targa commemorativa e il 10 novembre 1999 fu inaugurata la scultura in bronzo Nike 89: entrambi ricordano la caduta del Muro di Berlino.

Tra le tappe "obbligatorie" a Potsdam, ex città di guarnigione, ricordiamo il castello di Sanssouci, dal 1990 sito del patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. In origine, questo castello in stile rococò soprannominato "Versailles della Prussia" era stato progettato da Federico il Grande come un piccolo casino di caccia, in cui trascorrere i caldi mesi estivi. Oggi i turisti possono fare un vero e proprio viaggio nel tempo ripercorrendo la storia dell'arte, della cultura e dell'architettura in Prussia, ovvero l'odierno Brandeburgo. Tra le testimonianze più importanti ricordiamo il Nuovo Palazzo, il castello Cecilienhof, il castello Babelsberg e molti altri siti eredità dell'epoca prussiana. Continua a leggere

Chi desidera scoprire una zona vivace e prospera dei nuovi Land tedeschi non può assolutamente farsi scappare il quartiere Schiffbauergasse. Su una superficie di dodici ettari in riva al lago Tiefer See troviamo un vivace quartiere artistico e teatrale e due grandi aziende: Volkswagen e un produttore di software americano, che risiede in un ex edificio industriale restaurato, hanno scelto di aprire qui le proprie sedi rappresentative. Gli edifici storici, come l'antico lavatoio, la fabbrica di macchinari e le stalle degli ussari sono stati restaurati con cura e vengono utilizzati come atelier e spazi espositivi da artisti di talento.

Babelsberg è una meta molto amata in Germania grazie ai suoi studi cinematografici, in cui nacque il genere fantasy, fu realizzato il primo film sonoro tedesco e vennero girati "L'angelo azzurro" e "Feuerzangenbowle", un vero e proprio classico del cinema. Da oltre dieci anni gli studi cinematografici di Babelsberg invitano i turisti a fare un viaggio nel paradiso del cinema e della televisione. Qui è possibile scoprire dal vivo come si crea una trasmissione televisiva o un film. Effetti speciali e scene d'azione intrattengono ogni giorno circa 2.500 visitatori. Se desiderate visitare gli studi cinematografici, vi consigliamo di prendervi tempo a sufficienza per poter assistere alle trasmissioni in diretta e visitare tutte le attrazioni.

Visualizza altri
Eventi

Potsdam International Theatre Festival – Unidram – is one of Europe's most important festivals for independent theatre. 

Every year around 15 hand-picked theatre ensembles from European countries gather in Potsdam for nine days. Through their performances, night cafés, concerts and parties, they are immersed in an intense artistic dialogue between themselves and the mostly young audiences. This interaction gives the festival a phenomenal buzz.

Prossimi appuntamenti:

29.10.2019 - 02.11.2019

Luogo della manifestazione

T-Werk, Internationales Theaterzentrum
Schiffbauergasse 4E
14467 Potsdam

Le indicazioni di prezzo, date e orari di apertura non sono vincolanti.

Manifestazioni & eventi

Cerca eventi
(in tedesco e inglese)
Altri criteri di ricerca
Ripristina tutti