• 0

Stoccarda: cultura e automobile vanno a braccetto

Si può guidare un'automobile. O si può sognare un'automobile. Per entrambe le cose Stoccarda è il luogo giusto: non solo perché qui vengono costruite automobili di fama mondiale, ma anche perché qui la storia dell'automobile è così viva come in nessun altro luogo del mondo. Sogni a quattro ruote: una visita a Stoccarda li farà diventare realtà.

L'automobile ha molti padri, ma una sola patria. E questo dal giorno in cui Gottlieb Daimler e Wilhelm Maybach inventarono il primo motore a benzina leggero in una serra trasformata in officina, oggi una meta obbligata per molti turisti. Correva l'anno 1885 e da allora la stella di Stoccarda splende nel firmamento automobilistico. Ovviamente questa stella brilla ancora più luminosa nel museo Mercedes Benz, l'unico al mondo che racconta senza interruzioni la storia dell'industria automobilistica. Il progetto futuristico con cui è stato realizzato l'edificio che ospita il museo colpisce già dall'esterno ma è al suo interno che i visitatori si entusiasmano davvero grazie alle 160 automobili in esposizione. Altri splendidi esemplari sono esposti al Classic Center Fellbach, tra cui alcuni classici, come la 300 SL "Ali di gabbiano". Anche la casa Porsche è famosa per i suoi modelli classici e al museo Porsche, con le sue leggende a quattro ruote, gli occhi dei visitatori brillano d'emozione. Soprattutto gli amanti delle auto d'epoca apprezzeranno il centro Meilenwerk, che sorge sull'area dell'ex aeroporto regionale e che insieme all'hotel V8 crea una cornice speciale in cui tutto ruota intorno a veri gioielli d'epoca, alla loro manutenzione e agli accessori disponibili. Ogni anno in marzo gli amanti delle auto d'epoca provenienti da tutto il mondo si incontrano alla Retro Classics, forse la più bella fiera automobilistica in Germania. Retro Classic meets Barock è un incontro esclusivo per auto d'epoca nella pittoresca cornice del castello di Ludwigsburg che tende la mano a un altro fenomeno culturale, di certo diverso ma altrettanto affascinante.

A riportarvi al presente sarà la visita agli stabilimenti Mercedes-Benz a Sindelfingen, in cui è possibile dare un'occhiata dietro le quinte di una moderna fabbrica automobilistica moderna ...il che non mancherà di risvegliare qualche desiderio recondito. Ma che Stoccarda non offra solo tentazioni automobilistiche lo si scopre in fretta. Basti pensare alla splendida posizione della città, annidata in uno dei principali distretti vinicoli tedeschi: ecco svelata l'altra passione degli abitanti di Stoccarda, ovvero mangiare e bere bene. Per gustare i piatti tipici regionali, ad esempio i famosi Spätzle, e gustare un buon bicchiere di pinot grigio non avrete che l'imbarazzo della scelta: Stoccarda vanta un'ampia scelta gastronomica, dalla birreria all'angolo fino ai ristoranti rinomati a livello internazionale. Piccole e grandi feste, come la celeberrima Cannstatter Wasen, vi invitano a unirvi ai festeggiamenti, a provare la proverbiale ospitalità cittadina e a godervi la vita. Il punto ideale per incontrarsi per un tour dei sapori è la Schlossplatz: in nessun'altra città tedesca il castello influisce sull'immagine del centro storico come il Neues Schloss a Stoccarda. E anche chi ha visitato l'adiacente museo d'arte di Stoccarda con la straordinaria collezione di opere classiche moderne e contemporanee, o si è immerso nella storia della città dall'età della pietra all'era moderna nelle sale del castello, si merita una serata rilassante con cibi di ottima qualità. Stoccarda si difende bene anche nel settore delle arti interpretative: il teatro nazionale di Stoccarda è il teatro più grande del mondo a proporre tre generi diversi, il balletto, la prosa e l'opera vantano da decenni una fama internazionale. Completano il panorama musicale cittadino le eccezionali orchestre cittadine, i club di jazz e i musical nel SI-Centrum Stuttgart. Le vie dello shopping famose a livello internazionale sono la Königstraße e la Calwer Straße. Ma un'altra attrazione da non farsi scappare è il Wilhelma, uno dei giardini botanici e zoologici più belli e - con oltre 8.000 animali - anche più ricchi di specie al mondo. E senza automobili - incredibile a Stoccarda!

Attrazioni principali delle città

Il balletto di Stoccarda vanta una storia ricca di tradizioni, che risale all'anno 1609. Grandi coreografi che hanno lavorato a Stoccarda nel diciottesimo, diciannovesimo e ventesimo secolo hanno reso la città uno dei centri della danza più rinomati in Europa. Nel 1961 J. Cranko venne nominato direttore del balletto e coreografo; nei dodici anni a seguire non solo scrisse uno dei capitoli di maggiore successo della storia del balletto di Stoccarda, ma si conquistò anche un posto al sole nel panorama dei coreografi di fama mondiale. Da oltre 40 anni il balletto di Stoccarda è una delle compagnie leader nel mondo della danza.

Chi desidera scoprire il patrimonio enologico tedesco, non rimarrà deluso da Stoccarda, soprannominata la "metropoli tra boschi e vigneti". Qui i grappoli d'uva crescono a pochi metri dalla stazione centrale, lontano dalle colline soleggiate della valle del Neckar. Stoccarda vanta una lunga tradizione vinicola che rivive ancora oggi nelle visite ai vigneti, nelle numerose feste cittadine e nella popolare festa del vino. E perchè non incamminarsi lungo il percorso del vino? Questa straordinaria escursione vi permetterà di conoscere le qualità della regione vinicola, anche sotto forma di gocce prelibate.

La fantastica storia dei marchi Daimler Benz e Porsche è cominciata proprio a Stoccarda ed essi rendono omaggio alla città con due musei spettacolari.

Nell'edificio del museo Mercedes-Benz, un'opera architettonica notevole, è possibile ripercorrere le tappe fondamentali della mobilità. Gli oltre 1.500 oggetti esposti su nove piani raccontano la storia eccezionale di questo marchio di successo. Il mito della Porsche rivive a Zuffenhausen nell'omonimo museo. Il museo, rivestito completamente di bianco, poggia solo su tre pilastri e sembra ondeggiare nell'aria. Proprio per l'eccezionalità di questo progetto, il museo richiamò una grande attenzione già durante la fase di costruzione. Continua a leggere

Visualizza altri
Eventi

The collections at the State Gallery in Baden-Württemberg's regional capital Stuttgart have been shaped by their roots in Württemberg's history but also by the international approach the gallery has adopted since the Second World War. Opened as the Museum of Fine Arts in 1843, the gallery became the New State Gallery in 1984, occupying a striking new building designed by British architect and Pritzker prize winner James Stirling.

The New State Gallery houses a collection of international standing that spans eight centuries. Art from 1800 to 1900 and works from the 20th century provide the main areas of focus. The 19th century is featured in paintings by Caspar David Friedrich, Anselm Feuerbach, Édouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Camille Pissarro, Claude Monet and Paul Cézanne. From the 20th century there are outstanding individual works and important ensembles by Paul Klee, Max Beckmann, Pablo Picasso, Oskar Kokoschka, Willi Baumeister, Oskar Schlemmer, Hans Arp, Georg Baselitz and Anselm Kiefer. Post-1945 art is also represented by works of International Abstraction, Pop Art, Concept Art, Minimalism, Land Art and new movements that have emerged since 1980.
The collection is complemented by works from earlier periods, from Old German Paintings from 1300 to 1550, Italian paintings from 1300 to 1800, Dutch paintings from 1500 to 1700 – including works by Rubens and Rembrandt – through to German paintings of the baroque era.
The Department of Prints and Drawings includes examples from every country in Europe and every artistic era since the Middle Ages.

Prossimi appuntamenti:

07.06.2019 - 20.10.2019

11.10.2019 - 02.02.2020

Luogo della manifestazione

Staatsgalerie Stuttgart
Konrad-Adenauer-Straße 38
70173 Stuttgart

Le indicazioni di prezzo, date e orari di apertura non sono vincolanti.

Manifestazioni & eventi

Cerca eventi
(in tedesco e inglese)
Altri criteri di ricerca
Ripristina tutti