• 0
Ratisbona: connubio magico di pietra e fascino

Ratisbona: connubio magico di pietra e fascino

Chi pensa che una città medievale con una storia lunga 2.000 anni possa essere rimasta un po' indietro nel tempo, si sbaglia di grosso: Ratisbona è una città molto vivace. Il patrimonio dell'umanità non rivive solo negli edifici e sulle piazze, ma anche, e soprattutto, nell'ambiente che li circonda. In qualità di città con la più alta concentrazione di locali a livello nazionale, Ratisbona è una meta da gustare anche dal punto di vista enogastronomico.

Gli abitanti di Ratisbona hanno scoperto con un certo ritardo di amare il proprio centro storico. Negli anni Sessanta si era proposto di demolire gli edifici storici, costruendo al loro posto una città del tutto nuova. Oggi tutti gli abitanti si rallegrano del fatto che questo progetto non fu mai realizzato. A partire dagli anni Settanta il centro storico è oggetto di cure attente e di continue attività di restauro intese a preservarne il patrimonio eccezionale. Poche altre città europee sono in grado di offrire un panorama così speciale: ogni angolo della città sembra raccontare un episodio della sua storia bimillenaria. A Ratisbona si concentrano 1500 edifici protetti; 984 di essi formano il gruppo "Centro storico con il quartiere di Stadtamhof", dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO. Il ponte Steinerne Brücke sul Danubio, il duomo e la piazza Krauterermarkt con la chiesa di San Giovanni, il museo che custodisce i tesori del duomo, la casa patrizia Heuport e la farmacia storica Adler sono gli edifici storici di maggiore importanza di Ratisbona, tuttavia essi rappresentano solo una frazione di tutte le straordinarie attrazioni che la città ha da offrire. Passando accanto all'ex granaio Amberger Stadel e risalendo il corso del Danubio si giunge alla piazza Fischmarkt con la fontana di Rolando, quindi alla casa dedicata all'astronomo Giovanni Keplero. La chiesta di San Ulrico con il museo diocesano, l'antica canonica, le piazze Dachauplatz, Neupfarrplatz, Alter Kornmarkt, Kohlenmarkt e Zieroldsplatz, Rathausplatz e Haidplatz, la Porta Praetoria e le torri patrizie, tra cui la Goldener Turm (Torre d'oro), che con i suoi 28 metri di altezza è la torre residenziale medievale più alta a nord delle Alpi, sono altri luoghi, complessi ed edifici che persino la parola "incantevole" sembra descrivere in maniera inadeguata.

La vita culturale di Ratisbona è ricca quanto lo sfarzo del centro storico. La città riesce a coniugare elementi tradizionali e moderni, lasciando spazio alle influenze provenienti da tutto il mondo: tra le numerose manifestazioni dedicate al teatro e alla danza, i concerti, le feste, le mostre e tutte le altre offerte culturali ogni turista troverà di certo un evento di suo gradimento. Dalla musica classica alle canzoni popolari le possibilità sono illimitate, con eventi organizzati in locali di tendenza, in edifici storici o all'aperto nelle splendide piazze. Nelle vie e nei vicoli del centro storico vi attendono numerosi ristoranti, bar e discoteche, dove potrete concludere la serata come preferite. Inoltre, Ratisbona è una delle poche altre città in grado di coniugare la propria impronta architettonica tradizionale con una zona moderna per lo shopping. I negozi più e meno grandi del centro storico offrono un'ampia gamma di prodotti, tra cui specialità internazionali e manufatti di artigianato locale. La raffinata zona pedonale del centro storico crea la cornice ideale per indugiare nello shopping. Ma anche al di fuori del centro le possibilità di fare spese non mancano: in quasi ogni quartiere è stato costruito almeno un grande centro commerciale. Nello splendido negozio Händlmaier che si affaccia sulla Untere Bachgasse nel centro storico potrete acquistare la famosa senape dolce artigianale di Luise Händlmaier. Che si tratti della migliore senape dolce del mondo è fuori discussione, per lo meno per gli amanti di questo marchio, prodotto dalla stessa famiglia da diverse generazioni. Altrettanto indiscutibile è il fatto che Ratisbona è una delle migliori mete turistiche del mondo. Se non addirittura la migliore, ma spetta a voi deciderlo.

Attrazioni principali delle città

Il centro storico di Ratisbona, adagiato sulle sponde del Danubio, è famoso per il ponte Steinerne Brücke. Questo capolavoro medioevale fu utilizzato come modello per la costruzione di altri ponti, ad esempio il Ponte Carlo a Praga. Realizzato tra il 1135 e il 1146, si tratta del ponte ad arco in pietra più antico della Germania e conserva ancora alcune parti originali. Ai tempi della sua costruzione, il ponte era considerato l'ottava meraviglia del mondo: lungo 310 metri e largo sette, era il più grande al mondo nel suo genere e per 800 anni rappresentò l'unico attraversamento in pietra sul Danubio tra Ulm e Vienna. Nel maggio del 1189 l'imperatore Federico il Barbarossa partì proprio da qui con il suo esercito per combattere nella terza crociata.

Il simbolo della città, visibile anche da molto lontano, si trova nel cuore di Ratisbona: è la cattedrale di San Pietro, costruita tra il 1260 e il 1520. Il duomo è una testimonianza eccezionale dello stile gotico bavarese e nel corso dei secoli ha rappresentato un importante punto di riferimento per le popolazioni della regione. Passeggiando al suo interno, è possibile ammirare i cinque altari gotici con ciborio, uno dei tratti distintivi della cattedrale che è rimasto intatto nel corso del tempo, così come le vetrate risalenti al periodo 1220-1370. Il duomo è anche il luogo di nascita dei Regensburger Domspatzen, il coro di voci bianche più importante della Germania, che allieta i servizi liturgici con il proprio contributo canoro.

Un elemento tipico di Ratisbona sono le torri gentilizie medioevali, che simboleggiavano la solidità, il benessere e il potere dei propri abitanti. Le residenze delle ricche famiglie patrizie, le cui torri slanciate svettavano sulla città, dominavano sul panorama di Ratisbona e ancora oggi non passano inosservate. La più imponente di queste torri è la Torre d'oro, costruita intorno al 1260, che si estende su nove piani, per un'altezza totale di 50 metri. Oggi ospita una casa dello studente.

Il nome Ratisbona viene sempre associato alla famiglia nobiliare dei Torre e Tasso. Accanto alla basilica di St. Emmeram si trova il castello che ospita la residenza della famiglia dal 1812. Il festival musicale organizzato nel castello richiama ogni estate oltre 30.000 visitatori da tutto il mondo, rendendo la residenza un punto di richiamo per tutta la regione. La storia della famiglia Torre e Tasso affonda le proprie radici nel dodicesimo secolo. Nel museo della scuderia è possibile ammirare carrozze, portantine, slitte, bardature, selle e attrezzature per l'equitazione, ripercorrendo la storia del trasporto degli ultimi secoli. È possibile visitare anche alcune aree del castello. Continua a leggere

Visualizza altri